Come si preparano i carciofini sott’olio

Standard

Ho intercettato un’occasione veramente ghiotta per la telecamera! Mi sono trovata casualmente (ahahahaha! Bugggia! Ero stata invitata a pranzo.. Ehm..) a casa della mia amica Katia mentre  con Giovanna e la mitica signora Raffaella, si prendevano decisioni importantissime per il pomeriggio successivo, riguardo una vagonata di carciofini da preparare per la conservazione sott’olio. E quindi, armata fino ai denti, mi sono catapultata. Il risultato? Innanzitutto un pomeriggio passato con delle Donne adorabili, e la “D” maiuscola è d’obbligo. Chapeau alla signora Raffaella, mamma di Giovanna, per la sua energia incredibile, per il suo entusiasmo, per averci  raccontato parti della sua vita intense e commoventi, per la sua grandissima esperienza di cucina che spero di poter condividere in altre occasioni. E standing ovation per Giovanna e Katia, con la loro preziosissima energia e simpatia.


Ma ora passo la linea ai carciofi:
Erano con noi:
180 carciofi piccolipiccoli
3 chili di limoni
acqua
2 litri di vino bianco
2 litri di aceto di vino bianco
un pugno di sale grosso
Olio e.v.o.
IMMANCABILI peperoncini calabresi freschi (a casa di Katia, il cui marito Antonio è calabrese, senza peperoncino calabrese nun se po’ sta’!)


Pulite accuratamente i carciofi, cioè, togliete la foglie più dure, i gambi, e tagliate la sommità. Strofinateli, uno alla volta, con mezzo limone.
Poi metteteli, interi, in una coppa con acqua e limoni tagliati a metà e spremuti .
I limoni servono per far sì che i carciofi non diventino scuri, cosa che succede, una volta puliti, in men che non si dica.
Mettete i 2 litri d’aceto e i 2 litri di vino in una pentola, con un pugno scarso di sale grosso, portate ad ebollizione. Scolate i carciofi nella coppa e versateli in pentola. Attendete che il liquido con i carciofi torni a bollire, aspettate giusto 2 o 3 minuti, scolate per bene i carciofi in uno scolapasta.
Sistemate i carciofi su un panno asciutto, coprterli e aspettate 24 ore.
Riempite vasi di vetro con i carciofi, aggiungete l’olio fino a colmare i vasi. Aromatizzateli come si preferisce, intervallando i carciofini, mentre li mettete nei vasi, ad esempio con:
aglio e prezzemolo, c’è chi invece preferisce le foglie di alloro (a me con l’alloro piacciono da morire), e c’è che non resiste al “piccantino” del peperoncino fresco calabrese, come Katia! :-), c’è chi , come la signora Raffaella, li prepara solo con l’olio, semplici ma efficacissimi!
Un consiglio: forse nel giro di 48 ore è necessario rabboccare un poco l’olio, quindi non avvitate definitivamente il coperchio dei vasi, e se vedete che il livello dell’olio scende, aggiungetene!
Dopo un mesetto saranno pronti per essere gustati ma se non resistete basteranno 2 settimane.
Ma il video è moolto più immediato di tutto ciò che ho scritto, quindi..
Buona visione!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...