Archivi categoria: La Cucina di Valentina

Videoricetta:La Cucina di Valentina/Orecchiette con cicorielle selvatiche e capocollo molisano

Standard

Il Molise è una splendida regione, una chicca sull’Adriatico che offre ai suoi numerosi estimatori una serie di prelibatezze gastronomiche genuine, come le orecchiette con cicorielle selvatiche e capocollo. Questa ricetta semplice e incredibilmente buona l’ho trovata sul sito molisano   www.gustitaly.com  delle nostre amiche di Termoli,  Alessia e Nicoletta. Se vi piace la cucina molisana lì troverete tante ricette, ma anche tanti prodotti tipici.. Da svenire per l’acquolina!

Orecchiette con cicorielle selvatiche e capocollo molisano
Dosi per 4 persone
Orecchiette: 300 gr
Cicorielle selvatiche: circa 600 gr
Capocollo: 150 gr
6 pomodori ciliegini
2 spicchi d’aglio
Olio e.v.o.
Pulire le cicorielle e lessarle in acqua bollente salata, mettere gli spicchi d’aglio a soffriggere in olio e.v.o., aggiungere il capocollo tagliato a striscioline e i pomodori tagliati a pezzetti. Aggiungere le cicorielle, continuare la cottura per qualche minuto. Cuocere le orecchiette, aggiungerle agli altri ingredienti, amalgamare per pochi istanti il tutto.. E.. Buon appetito!

Annunci

Videoricetta: La Cucina di Valentina/Lasagne alla veneta

Standard

Lasagne e tanto radicchio di Chioggia per questa videoricetta.
Un piatto squisito, delicatissimo e profumato (ma sono di parte, io a-d-o-r-o le lasagne!). Però se provate a prepararle forse sarete d’accordo con me!
On line anche su www.apuliawebchannel.tv in un palinsesto che comprende varie tematiche oltre il food & wine.

LASAGNE ALLA VENETA
Ingredienti x 4 persone:
Una confezione di pasta fresca, lasagne larghe (oppure fare la pasta a mano!)
1 cespo di radicchio rosso di Chioggia
1 cespo di verza
1 cipolla
1 fetta di 2 etti di prosciutto cotto
latte ,burro farina, noce moscata e sale per la salsa besciamella
2 etti di fontina
olio e.v.o
sale

Preparazione:
Tagliare la verza a listarelle e soffriggerla in olio e.v.o con cipolla tritata e il radicchio tagliato anche a listarelle.
Preparare la besciamella. Tagliare a dadini la fontina e il prosciutto. In una teglia alternare sfoglie di lasagna, verdure, besciamella, fontina e prosciutto.Chiudere con sfoglie di lasagna, besciamella, una spolverata di  pangrattato e un filo di olio e.v.o.  Infornare a 200° fino a cottura ultimata.

Videoricetta: La Cucina Di Valentina/Busecca Matta

Standard

Dopo Piemonte e Val d’Aosta è di turno la Lombardia..
Per la terza puntata di “La Cucina Di Valentina” ho scelto una semplicissima ricetta lombarda molto saporita: la busecca matta. E’ una pietanza, a dispetto del nome, a base di uova.

Vi ricordo come sempre che le videoricette  facilissime di cucina regionale italiana selezionate per voi in  questo piccolo format  le potete trovare anche sul sito di Apulia Web Channel che vi offre un palinsesto ricco di programmi a cadenza quindicinale e per il quale noi Cime curiamo la neonata redazione food & wine.

Ed ecco la ricetta della busecca matta:

Ingredienti (dosi per 4 persone):
6 uova
60 gr di parmigiano reggiano grattugiato
olio d’oliva per friggere
30 gr di burro
2 foglie di salvia
1 cipolla tritata
1 mestolo abbondante di passata di pomodoro
sale e pepe q.b.
Procedimento:
Sbattete le uova con il parmigiano e aggiustate di sale e pepe .
In una padellina piccola friggete tante frittatine sottili, in olio d’oliva, versando il composto a mestolini. La sciatele raffreddare e tagliatele a striscioline non molto sottili.
A parte in una pentola  soffriggete nel burro la salvia con il trito di cipolla, aggiungete la passata e quindi le striscioline di frittatina  fate insaporire un quarto d’ora a fuoco basso. Va servita caldissima!
Ed ora la videoricetta.
Buona visione!

Videoricetta: orecchiette giganti al forno/Video recipe: giant orecchiette au gratin

Standard

(SCROLL DOWN FOR ENGLISH VERSION)

Ancora due video in un post! Le Cime di Rapa vi viziano, ultimamente! ;)

Il primo ci fa vedere come le simpaticissime e spiritose Franca e Nunzia, madre e figlia barivecchiane da generazioni e due vere star del video, fanno le orecchiette e altri tipi di pasta (per chi voglia acquistare le orecchiette freschissime e buonissime basta recarsi a Bari vecchia, Arco Basso 11) e il secondo ci mostra Valentina, Cima di Rapa barese verace, che cucina al gratin le orecchione fatte dalla signora Franca e dalla signora Nunzia con un semplicissimo e buonissimo sughetto al pomodoro, mozzarella e parmigiano.

Le riprese del primo video sono di Vale, fatte una domenica sera in cui siamo andate a cena da Franca, Nunzia e Rino, il vulcanico figlio di Nunzia che ci hai poi portate a fare un bellissimo giro in una splendida Bari vecchia by night, mentre quelle del secondo sono di Francesco, figlio di Valentina, una vera promessa nel campo della regia! :D

Ovviamente la ricetta di Valentina può essere eseguita anche con orecchiette di dimensioni normali e non giganti come quelle del video.

Buona visione!

ENGLISH

Two more videos in one post! Cime di Rapa are spoiling you, lately! ;)

In the first one we see two ladies from Bari vecchia (the old town), Franca and Nunzia, mother and daughter, making orecchiette and other typical types of pasta (and if you want to buy their wonderful fresh orecchiette you can visit them in Bari vecchia, Arco Basso 11) while the second video shows Valentina, Cima di Rapa from Bari, cooking au gratin the orecchione (huge orecchiette) made by Franca and Nunzia with a very simple and extremely yummy tomato sauce with basil, mozzarella and parmigiano.

Valentina filmed the first video on a Sunday night in January when we went for dinner at Franca’s and Nunzia’s (with Rino, Nunzia’s volcanic son, as our host), while the second video has been made by Francesco, Valentina’s son, a real promise in film directing! :D
The first video is only in Italian or actually half in Italian half in barivecchiano (old Bari’s dialect).

Obviously you can make Valentina’s recipe also with normal-sized orecchiette.

Enjoy!

Videoricetta: La Cucina Di Valentina/Carbonada valdostana

Standard

Continua la serie di videoricette della cucina regionale italiana facili-facilissime.
E’ di turno la Val d’ Aosta con un piatto di carne: la carbonada.

E’ un piatto molto profumato, cotto nel vino, di cui esiste anche una versione in cui si usa la birra al posto del vino. A dire il vero di versioni ce ne sono più d’una: con vino bianco e poi rosso, con varie spezie.. Io ho un debole per l’alloro e quindi questa che vi propongo è per me irresistibile, perciò ho scelto di prepararla: per il profumo d’alloro che col vino rosso sembra davvero un’ “eau de toilette”! :-))

Annunciazione-annunciazione! :-) Le videoricette della serie “La Cucina Di Valentina“, il format “Me Gusta !!” e una nuova serie di videoricette dal titolo “Cucine Dal Mondo“, saranno nel palinsesto di Apulia Web Channel (www.apuliawebchannel.tv), insieme ad altri programmi che spaziano dall’informazione, all’ intrattenimento, all’approfondimento. Perciò siamo liete di annunciarvi, a partire dal giorno 11 gennaio 2011, la nascita on line di Apulia Web Channel. Buona visione!

CARBONADA VALDOSTANA
Dosi per 4 persone

400 gr di polpa di manzo (pezzo adatto per spezzatino, io uso il codino)
1 bottiglia e ½ di vino rosso corposo
2 cipolle medie
1 spicchio d’aglio
1 carota
7/8 foglie d’alloro (sostituibili per chi preferisce, con chiodi di garofano e cannella)
Farina
100 gr di burro
Sale e pepe q.b.

Mettere a marinare la polpa di manzo tagliata a tocchetti, o se preferite a bastoncini , in una coppa con la cipolla intera, la carota, l’aglio, qualche foglia d’alloro, il vino rosso versato  fino a coprire la carne,  per 24 ore.
Scolare la carne e passarla nella farina.
In una pentola sciogliere il burro, aggiungere l’altra cipolla tagliata a rondelle, le restanti foglie d’alloro, soffriggere per pochi istanti e aggiungere la carne infarinata. Salare e pepare, rosolare i tocchetti per qualche minuto quindi versare in pentola  vino rosso fino a coprire la carne. Cuocere per un paio d’ore.
Servire la carbonada caldissima accompagnata da polenta oppure da patate lesse.

La Cucina Di Valentina/Pasta alla macugnaghese

Standard

(SCROLL DOWN FOR ENGLISH TEXT)
Il mio amico e socio Antonio mi ha chiesto di elaborare una serie di videoricette da proporre sul nostro web channel che partirà ufficialmente a gennaio dopo una fase di sperimentazione di qualche mese in cui abbiamo verificato risultati molto lusinghieri.
Il palinsesto sarà vario e abbiamo deciso di dedicarne una parte al Food & Wine. Mi è piaciuta l’idea di mettermi in gioco con questa serie di piccoli video dal titolo: La Cucina Di Valentina.
Cucino praticamente ogni giorno da anni, e siccome amo la buona tavola e mi piace variare i menu, ho impostato la serie di videoricette cercando piatti regionali della cucina italiana che siano di facile esecuzione, alla portata di tutti. Il nostro sito accoglie quindi “l’anteprima” delle videoricette (sono sotto l’occhio severo, vigile atque impietoso della mia beloved Capachef Nicoletta!). Il taglio è assolutamente informale, perdonate le eventuali imprecisioni, ma il risultato è garantito ( e qui ci metto faccia e firma, perché sono brava e lo so  :-) ).
Preparerò i piatti “arrembando” le cucine di amiche e anche nella mia cucina, e… Beh, se vi va, oggi  pasta alla macugnaghese! (Piemonte).
Dimenticavo: dosi ed esecuzione anche nell’indimenticabile sigla di chiusura.. Indimenticabile per me, sigh! ;-)

PASTA ALLA MACUGNAGHESE
Ingredienti per 2 persone

170 gr. di pasta corta (penne rigate)
2 patate medio piccole
50 gr. di pancetta affumicata
1 cipolla piccola
30 gr. di burro
100 gr. di formaggio  Bettelmatt
Sale e pepe

Far bollire in una pentola d’acqua salata la pasta assieme alle patate, tagliate a cubetti.
A parte, soffriggere in padella il burro, la cipolla affettata e la pancetta tagliata a fette.
Unire il formaggio, preventivamente tenuto a temperatura ambiente e tagliato a dadini, facendo saltare ancora il composto in padella.
Lasciate riposare la pasta in padella per qualche istante e quindi servitela ben calda con qualche spruzzata di pepe.

ENGLISH

My friend and business partner Antonio asked me to create a series of video recipes for our web channel that will officially be inaugurated in January after a few months of “experimenting” with it during which we recorded very positive results.
The programming will be varied and we decided to dedicate part of it to Food & Wine. I really liked the idea of putting myself “under the spotlight” with a series of short videos entitled “La Cucina Di Valentina” (Valentina’s Cuisine/Kitchen) and so this series was born.
I’ve been cooking daily since… forever and seen the fact that I love good food and prefer to eat something different whenever I can I decided to cook typical regional Italian dishes that are easy to prepare for everybody, even the less expert “cooks” among my viewers.
Our site Cime di Rapa hosts the “preview” of these video recipes (I’m under the severe screening eye of my beloved Chief-chef Nicoletta!).
The videos are absolutely informal and I ask your benevolence for our sometimes very easy-going ways of working: I can assure you that despite the fact that we sometimes don’t take ourselves too seriously the end results are guaranteed! (and I can personally guarantee that because I’m a good cook and I know it :-) ).
I’ll prepare my dishes “squatting” my friends’ kitchen (and my own, from time to time). Here is the first video. From the Piemonte region: pasta alla macugnaghese!

PASTA ALLA MACUGNAGHESE

Serves 2

170 gr short pasta (like penne)
2 medium sized potatoes
50 gr. smoked bacon in strips
1 small onion
30 g butter
100 gr Bettelmatt cheese
salt and black pepper

Boil the pasta together with the potatoes, cut into small cubes, in abundant salted water.
Melt the butter in a frying pan, add the sliced onion and the bacon strips and fry them briefly.
As soon as the pasta is cooked, drain it and transfer it to the frying pan, tossing it briefly with the other ingredients.
Add the cheese at room temperature, cut into small cubes, and toss the pasta a bit further.
Leave the pasta to rest in the frying pan for a few more instants and then serve it warm with a bit of freshly ground pepper.